Giangiuseppe Bonardi

 

Quando la tecnologia musicale “aiuta” la relazione musicoterapica: riflessioni

Copyright: V Giornata della Tecnologia Musicale, All Rights Reserved 2024

download (1)
351126559_970647004355714_5654231613118693472_n.jpeg
andrea_gimma_tessera.jpeg
andrea_gimma_tessera.jpeg
andrea_gimma_tessera.jpeg
andrea_gimma_tessera
andrea_gimma_tessera.jpeg
andrea_gimma_tessera.jpeg
screenshot 2024-02-25 alle 09.23.11
image00005.jpeg
andrea_gimma_tessera.jpeg

PRESENTAZIONE, VIDEO ED ESECUZIONE CON STRUMENTI ACCESSIBILI

OTTAVIA MARINI E

SARA VALENTE

MATTEO LORITO

(1977)

Docente di Net Art 

Accademia SantaGiulia

Diplomato in contrabbasso classico, contrabbasso jazz e in musica elettronica, sono da sempre interessato all’ improvvisazione e alla musica contemporanea. In questo contesto mi dedico da anni a progetti musicali incentrati sulla relazione tra scrittura e improvvisazione, suono acustico e suono elettronico. Negli anni ho collaborato con musicisti di jazz e improvvisatori come Stefano Battaglia, Marshal Allen (Sun ra Arkestra), Riccardo Luppi e molti altri ancora.

Ottavia Marini si è diplomata al biennio di Tecnologie della Didattica della Musica del Conservatorio di Brescia ed è docente di Scuola Primaria e Secondaria di I grado. Compone musica per spettacoli teatrali e colonne sonore per audiovisivi.

Sara Valente si è diplomata al biennio di Tecnologie della Didattica della Musica del Conservatorio di Brescia ed è docente di Scuola Primaria. Si occupa di coding, robotica educativa ed educazione STEAM.

IMPROVISATION AI

durata: 20'

PUNTI E LINEE

per strumenti musicali accessibili

(2024)

 

esecuzione a cura del gruppo I-Ork di TeAch Music

 

Maurizio Botti, Giuseppe Bergamino, Marcella Mandanici e Sara Valente

Il lavoro presentato consiste in una applicazione dell’ intelligenza artificiale nel contesto della musica improvvisata. Il sistema messo a punto è un agente intelligente digitale in grado di interagire con un improvvisatore umano generando e contemporaneamente suonando materiale musicale in tempo reale in risposta alle sollecitazioni provenienti dal musicista. Questo lavoro rientra nel percorso che ho intrapreso qualche anno fa che va nella direzione dell’ automatizzazione dei processi di elaborazione del segnale acustico in tempo reale.

I-Ork è la contrazione di “inclusive orchestra”, un ensemble formato interamente daesecutori di strumenti digitali accessibili (ADMI, Accessible Digital Music Instruments).Questi sono strumenti elettronici che offrono interfacce esecutive più semplici dacontrollare rispetto agli strumenti acustici e che pertanto possono essere usati dapersone con varie disabilità (paralisi di parti del corpo, limitato controllo dei movimenti,autismo, menomazioni della vista o dell’udito, etc.). Uno strumento elettronico inoltre,separando l’interfaccia di controllo dal corpo risonante, può avere accesso a tutta laricchissima gamma di possibilità di produzione musicale informatica (illimitata scelta dinote e timbri musicali, campioni audio pre-registrati, algoritmi di produzione musicale,trattamento dal vivo del segnale, algoritmi di sintesi del suono, etc.)

Studente presso il conservatorio Luca Marenzio, lavoratore presso uno studio di registrazione e produzione.